News


La ventilazione nella DIRETTIVA (UE) 2018/844 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 30 maggio

  • La ventilazione nella DIRETTIVA (UE) 2018/844 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 30 maggio

24 Luglio 2018

Il monitoraggio dei risultati ottenuti rispetto all’obiettivo di raggiungere la completa de-carbonizzazione degli edifici dell’Unione Europea entro il 2050, ha spinto il Parlamento Europeo a fare una rifusione della direttiva del 2010 ed a pubblicare la DIRETTIVA (UE) 2018/844 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 30 maggio 2018 che modifica la direttiva 2010/31/UE sulla prestazione energetica nell’edilizia e la direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica. L’intento è quello di accelerare il ritmo del cambiamento del panorama edilizio europeo, responsabile del 40% del consumo energetico complessivo e quindi della emissione di gas serra e di inquinanti in generale, fino ad arrivare, attraverso tre tappe (2030, 2040 e 2050) ad edifici più efficienti e meno inquinanti.

Tra i tanti aspetti che questa nuova Direttiva affronta, dal punto di vista della ventilazione degli edifici, tre sono degni di nota.

1. L’attenzione alla qualità dell’aria: sin dalla Premessa (punto.13) si sottolinea come l’O.M.S. abbia stabilito come edifici più efficienti offrano maggior comfort agli occupanti, migliorandone la salute, soprattutto grazie ad un controllo della qualità dell’aria interna. In linea con questa tendenza, proponiamo ai nostri clienti sempre più spesso sistemi di ventilazione a flussi bilanciati dotati di sistemi filtranti e con efficienze energetiche sempre più elevate per far sì che anche con quantità di aria più elevate il costo energetico rimanga basso.

2. La riduzione dei consumi di energia e la qualità degli edifici passano anche attraverso l’ispezione degli impianti esistenti ed una corretta manutenzione predittiva oppure un adeguamento degli stessi. L’adeguamento può passare anche attraverso una predisposizione all’intelligenza dei sistemi tecnici per l’edilizia (tra cui anche i sistemi VMC): ad esempio adottando sistemi che adattino l’azione di questi sistemi all’effettivo fabbisogno degli occupanti (art.10, comma 10). Ventilare il giusto quando serve! Anche il monitoraggio dei sistemi aiuta a ridurre sprechi e malfunzionamenti. Ecco perché, in linea con la DIRETTIVA 2009/125/CE, tutti i nostri recuperatori sono dotati di sistemi di segnalazione dello stato dei filtri e possono essere connessi alla rete, per essere controllati a distanza. Entro il 2020 la Commissione Europea concluderà uno studio di fattibilità per illustrare possibilità e tempistiche per introdurre l’ispezione degli impianti autonomi di ventilazione (art.19bis).

3. L’attenzione rivolta alla strategia di ristrutturazione a lungo termine: per arrivare all’obiettivo 2050 è assolutamente essenziale che tutto il patrimonio edilizio esistente si adegui dal punto di vista energetico alle nuove esigenze. La Direttiva sollecita i Paesi membri a legiferare in proposito ed impegna l’Unione a stanziare fondi da destinare a questo scopo. Per i sistemi di ventilazione si apre una nuova prospettiva!

© 2021 - Tecnica 7 - Tutti i diritti riservati - C.F. / P. IVA 00736740135
Iscrizione CCIAA di Lecco REA 161120 - Capitale sociale € 80.000,00 interamente versato

Società del Gruppo:

VMC Group

Nuovi recapiti per contattarci:

phone